Il Noioso caso di Benjamin Button

Sarò sincero: a me di solito queste storie di amore universale/infinito/inattaccabile piacciono pure. Perciò – visto che i commenti erano stati contrastanti ma chi era a favore era assolutamente entusiasta – le mie aspettative erano ai massimi livelli.

Forse proprio per questo, non posso negarlo, Il Curioso Caso di Benjamin Button a me ha fatto abbastanza cag***. Sarei così tranchant nel mio giudizio perchè veramente è cosa rara che di un film non mi piaccia niente o quasi. In questo caso non è che fosse proprio niente niente, ma ci siamo andati vicino (brad pitt in moto in giro per l’india oggettivamente non è stato male, come pezzo, ma temo che non sia strettamente dovuto alla qualità del film).

Insomma, passi che sta storia basata sull’artificio del nascere vecchio e ringiovanire non abbia alcun senso. ce ne sono tante, di storie senza senso, quindi sebbene questa la trovi particolarmente poco plausibile (tanto per cominciare perchè nasce vecchio ma in taglia neonato? ovviamente perchè se no è un po’ difficile essere partorito, ok. ma allora perchè non muore neonato in taglia vecchio decrepito? perchè sarebbe un mostro, una specie di cicciobello abnorme. Avrebbe senso? no. Ma così ce l’ha? no). Ecco, io forse non mi son goduto la storia perchè per 3/4 del film la mia mente si è distratta in considerazioni tanto inutili quanto altamente filosofiche tipo questa. D’altronde non serviva grande attenzione per seguire le vicende di un protagonista che attraversa quasi un intero secolo di storia (americana e non), cosa che mi ricorda vagamente qualcosa. Se volete un’idea, mettete su Forrest Gump nel vostro dvd… al massimo mandatelo all’indietro, e direi che ci siete abbastanza. Qualora voleste cambiare un po’ genere, potete sempre buttarvi su un Meraviglioso Mondo di Amelie, o uno Sliding doors: e questo copre la narrazione fatalista e iperdidascalica dell’incidente (non diciamo quale per non turbare chi ancora non ha visto). Se qualcuno mi spiega cosa c’entra questa parentesi col resto del macchinario narrativo, lo ringrazio.

Infine, sforbicia qua, sforbicia là, se durasse tipo 70 minuti invece di 166 forse ci starebbe pure. Vabbè dai, sarà che ieri ero un po’ stanco. ma a tratti era proprio una specie di polpettone noioso, a mio avviso.

E a pensarci bene, anche l’idea di fondo dell’invecchiare al contrario, sai che novità: pure io a vent’anni ne dimostravo quarantacinque.

Insomma, riassumendo, la mia posizione ufficiale è: Il signor Button sarà pur ringiovanito mentre raccontava la sua storia. ma a me sembra di esserci invecchiato, su quella poltrona, mentre la ascoltavo. ecco.

in questa foto: cooper stamattina dopo aver visto il film "il curioso caso di benjamin button"

in questa foto: cooper stamattina dopo aver visto il film "il curioso caso di benjamin button"

Annunci

~ di cooper79 su 18 febbraio, 2009.

8 Risposte to “Il Noioso caso di Benjamin Button”

  1. Il fatto del giovane te l’ho già scritto su FB, la mia soglia di attenzione che non va oltre i 55? l’ho già scritto sul blog di It… ok, è stato bello.

  2. Concordo su tutto, un film che si regge in piedi solo per i suoi attori dai nomi altisonanti perché se era interpretato da mia zia pina e mio zio antonio, nessuno se lo cagava. Io mi son fatto due palle…

  3. per 3/4 del film la mia mente si è distratta in considerazioni tanto inutili quanto altamente filosofiche tipo questa”: Detto così sembra l’ultima frontiera di Brain Training per Nintendo DS. Adesso capisco come fai a restare sempre giovane dentro (ehm, vent’anni è licenza poetica: dovresti sapere che mancano 123 giorni alla fine del mondo. 1-2-3, dovrei darmi alla kabhala pure io, come Madonna). La prossima volta che provi a dire qualcosa di brutto su Amelie ti porto a correre con me.

    Ciao Lord, che bello trovarti da queste parti.

  4. A me m’avete scassato la ciaramella!! Uno dice che è stupendo, uno dice che fa cag***… Decidetevi ragazzi!! Io due film volevo andare a vedere (questo e l’altro che ha distrutto il Lord) dopo secoli di astinenza e lontanaza dal cinema per penuria filmatica, e voi mi fate nascere ‘sti dubbi…

    Poi i miei amici se la rifanno con voi se li trascino a vedere un film che fa schifo!!

  5. macsi: io ripeto sempre le stesse cose, da questo punto di vista sì che sono come un vecchio rincoglionito. quindi non c’è problema, sentiti pure libero di ripetere quanto vuoi… 😉

    lord: benvenuto. secondo me, zia pina e zio antonio avrebbero comunque dato un senso, ne sono certo. ma detto da uno che sta cercando il Director’s Cut de “il pranzo di Ferragosto” forse non fa testo 😉

    it: guarda che a me amelie è sempre piaciuto da morire. anche l’altra settimana, che me lo sono rivisto su La7. io mi commuovo ogni volta.
    Solo che amelie è amelie, questo è un altro film!!!!

  6. enrico: nel dubbio io andrei a vedere quello nuovo di ficarra e picone 😉

  7. Io Amelie la strozzerei per vedere se almeno mentre soffoca cambia espressione.

  8. […] a vedere il film in oggetto… Dopo tre recensioni nettamente contrastanti (Claudio, Lord e Cooper) e relativa paura di essere linciato dai miei amici nel caso che avessero avuto ragione i […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: